Dalle origini del territorio di Bibione allo sviluppo della località balneare come meta turistica di livello internazionale.

 

La storia di Bibione come moderna località balneare ha inizio ufficialmente nel 1960, ma il territorio su cui oggi sorge Bibione ha una storia molto più antica che affonda le proprie origini addirittura nel V Millennio a.C., epoca in cui, grazie alla regressione delle acque, furono possibili i primi insediamenti umani.

 

La storia antica di Bibione

Ricostruire la storia antica di questo territorio è un'impresa molto ardua, in quanto sono disponibili ben poche testimonianze delle prime popolazioni che hanno abitato quest'area. È certo che la colonizzazione da parte dei Romani a partire dal II secolo a.C fu decisiva per lo sviluppo del territorio, grazie a opere di bonifica e una prima sistemazione agraria e fondiaria dell'area. Scavi archeologici iniziati alla fine del secolo scorso hanno portato alla luce mosaici in bianco e nero, monete, vetri e terracotte risalenti al periodo della Roma imperiale.

 

Dai Romani alla Serenissima

Con l'avvento del Cristianesimo, l'area di Bibione passò sotto all'influenza del vescovo di Concordia Sagittaria (anticamente nota come Iulia Concordia), che allora era un'importante centro Romano. Con le invasioni barbariche anche per l'area di Bibione, cominciarono secoli bui, finché il territorio passò sotto il dominio della Serenissima. Tuttavia la zona Bibione non rappresentò mai per la Repubblica di Venezia un'area particolarmente strategica, e questi territori finirono per ripopolarsi di flora e fauna selvatica.

 

Dalla Repubblica di Venezia al Regno d'Italia

Con la caduta della Serenissima nel 1789, anche il territorio di Bibione, come molti altri della zona, passò sotto il controllo di Napoleone prima e degli Asburgo poi, finché venne annesso (assieme al Veneto) al Regno d'Italia nel 1866. Sotto il Regno d'Italia ripresero le opere di bonifica volte a rendere più salubre il territorio e dare avvio a un maggiore insediamento.

 

La storia moderna di Bibione

Turismo a Bibione: spiaggia e hotel frontemareFu a partire dagli anni '50 del secolo scorso che l'area di Bibione cominciò a svelare il suo grande potenziale turistico, grazie alla sua bellissima sabbia dorata che la rese da quel momento in poi una delle mete più apprezzate dal crescente turismo balneare.

Cominciarono a essere costruiti hotel, villette immerse nella grande pineta, si realizzarono condomini, campeggi e villaggi accompagnati da una buona rete stradale e tutti i servizi di cui i turisti avevano bisogno.

Ben presto Bibione passò dall'essere una meta limitata alla clientela locale al diventare una meta di fama internazionale, con un crescente flusso di turisti stranieri provenienti soprattutto da Austria e Germania, ma non solo.

 

Dagli anni '70 ai giorni nostri: lo sviluppo turistico

La crescita del turismo di massa degli anni '60-'70 trasformò velocemente Bibione in una metropoli turistica di primo piano a livello europeo. Lo sviluppo di nuove strutture e servizi – dalle terme, ai nuovi hotel fronte mare, alla cura della pineta, ai servizi sempre più a misura di turista – hanno portato Bibione a crescere fino ai giorni nostri, fino a diventare un centro turistico balneare in grado di accogliere ogni anno milioni di turisti di ogni provenienza e di ogni età, con un variegata proposta di servizi per chi desidera dalla vacanza al mare alla vacanza nella natura, passando per lo sport, il buon cibo, il divertimento e la cura del benessere.